L’Assicurazione dei Crediti conviene davvero? La risposta!

Caro Imprenditore, eccoci di nuovo concentrati e pronti per fornirti le informazioni che ti servono, e le risposte alle tue domande sull’assicurazione dei crediti.

Ci eravamo lasciati con il quesito: “… Ma L’ASSICURAZIONE dei CREDITI, CONVIENE DAVVERO?”

 

Ora, so che molte aziende fanno ricorso all’assicurazione dei crediti per proteggersi dai cattivi pagatori, pensando che conviene davvero, e per mettersi al riparo dal rischio dell’insoluto, che è sempre in agguato.

Questa è la motivazione secondaria dell’imprenditore o del suo manager che invece di fare un’ ANALISI COSTI BENEFICI SERIA, preferisce spendere soldi inutilmente al grido di ” io voglio dormire tranquillo “

Bene , testa di “…” al cioccolato, se volevi dormire sonni tranquilli andavi a lavorare in posta e non facevi l’imprenditore.

Oppure sei uno degli imprenditori comunisti che addossano allo stato alle banche cattive ai marziani la crisi delle loro scelte e pur di non avere responsabilità da imprenditore pagano l’ira di dio in premi assicurativi annui, dove a conti fatti se ne sarebbero potuti tenere in tasca più del 60%

&0% che manca nelle casse aziendali …e questo vuol dire meno personale, meno investimenti, meno fatturato meno utili …

Ti è un po più chiaro adesso perchè ti chiamo imprenditore comunista testa di “…” al cioccolato ??

Non lo dico per farmi bello, lo dico per te, anche se so che dirai ” ma chi cazzo è questo qui…” e ” come ti permetti di dirmi queste cose?” 

Mi permetto eccome!

Perchè aziende come la tua, per aver fatto delle scelte sbagliate e scelto fornitori non idonei si sono cappottate in men che non si dica … ecco chi sono io …sono uno che di aziende da salvare o da aiutare ne vede tutti i giorni e non voglio che anche tu commetta certi errori da dilettante.

 

Attenzione non voglio dire che questo atteggiamento è sempre ed in ogni caso sempre negativo; in certi e particolari casi, dove è stata svolta una verifica e un’analisi dei numeri è senz’altro una buona cosa.

Rivela un interesse al bene dell’azienda, un’attenzione alla sua crescita sana, ed una sensibilità ad affrontare le possibili problematiche.

Tuttavia, forse chi ha operato questa scelta non hanno preso però in considerazione alcuni aspetti molto importanti.

Magari perché da non addetti ai lavori si è portati a non pensarci, o perché non si conoscono altre alternative migliori.

Spesso poi subentra anche la forza dell’abitudine, così quando fai la cosa una volta, poi si prosegue per molti anni a seguire, sempre nello stesso modo.

 

Quindi, vorrei darti in questo articolo le informazioni che ti servono per poi decidere in maniera informata e con cognizione di causa se l’assicurazione dei crediti è davvero la scelta che fa al caso tuo.

A tale dubbio è necessario far chiarezza e per questo desidero darti una risposta concreta e fruibile fin da subito: ora la domanda, alla luce dell’articolo precedente (che se non hai ancora letto, ti invito a farlo investendo qualche minuto del tuo prezioso tempo per ripassare alcuni concetti importanti…), ha un peso ed un’importanza del tutto differente.

 

Come sappiamo, la compagnia assicuratrice, a fronte del pagamento di una somma di denaro (che si chiama premio), svolge l’azione di proteggerti da eventuali insoluti, ma esclusivamente quelli che potrebbero essere generati da un elenco di aziende inserito all’interno del contratto stipulato.

 

Contratto Assicurazione dei CreditiQuindi cosa riceve concretamente l’imprenditore dalla compagnia di assicurazione del credito ??

Ottiene l’incerta speranza di ricevere un equo risarcimento per la perdita subita dal mancato pagamento di un proprio credito.

Infatti, come molte volte accade con le assicurazioni in genere, sono molto puntuali a ricevere i pagamenti, ma sono molto lente quando devono risarcire il cliente. Inoltre spesso si appellano ad ogni cavillo possibile per pagare meno o non pagare affatto.

Già solo questo aspetto, ci consentirebbe di rispondere alla domanda se sia vantaggioso assicurare oggi i propri crediti aziendali.

Talvolta ti trovi a dover lottare con l’assicurazione più di quanto dovresti lottare col debitore per ottenere il denaro. 

Voglio però darti anche qualche altra informazione per poter analizzare in maniera più approfondita questo argomento.

A questo punto chiediamoci:

Tutte le aziende possono assicurare i propri crediti? La risposta è NO.

Perché no?

Perché la tua azienda deve rispettare certi canoni e certe dimensioni prestabilite dalla compagnia assicuratrice.

Quindi TU imprenditore devi rientrare all’interno di determinati parametri per essere assicurato (…pagando!).

Possiamo quindi dire che non tutte le aziende hanno i numeri per poter usufruire dell’assicurazione del credito.

 

Per semplicità abbiamo diviso le aziende in due gruppi principali:

Aziende Assicurabili

  • aziende che hanno pochi clienti con fatture di importo molto alto.
  • il business aziendale è prevalentemente all’estero

Aziende NON Assicurabili

  • aziende che hanno molti clienti con fatture di importo molto piccolo.
  • il business aziendale è esclusivamente in Italia  (quindi non diversificato)

 

Per farti comprendere meglio, facciamo un parallelismo pratico:

“Tutti noi abbiamo una o più automobili di nostra proprietà.

Bene, in base a questo schema, sarebbe come dire che l’assicurazione della tua auto ti assicura (e quindi ti protegge…) solo quando c’è il sole e le strade sono asciutte.

Mentre quando piove o c’è la neve, l’assicurazione non copre nessun danno e devi pagare gli eventuali sinistri di tasca tua!”

Sembra assurdo, vero?

QUESTO E’ il PRINCIPIO DELL’ASSICURAZIONE DEI CREDITI!!

Ecco un secondo esempio:Controlli Assicurazione dei Crediti

“Sarebbe come dire che l’assicurazione della tua auto, prima di stipulare il contratto con te, invia a casa tua uno staff di meccanici che analizzano la tua auto pezzo per pezzo, e se dai test eseguiti la vettura rientra all’interno degli standard prefissati, allora il contratto viene stipulato, altrimenti no.”

Anche questo è (NUOVAMENTE) il PRINCIPIO DELL’ASSICURAZIONE DEL CREDITO!!
E’ doveroso però fare una precisazione: non voglio assolutamente in questa sede affermare che l’assicurazione del credito sia uno strumento inefficace, o deleterio per la tua impresa. Voglio semplicemente dire che ogni situazione e ogni azienda deve essere valutata ponendo sul piatto della bilancia i pro e i contro. Esistono contesti dove l’assicurazione è efficace, altri dove è addirittura dannosa!

Proseguiamo dunque con la nostra analisi, nella quale voglio essere il più obiettivo possibile, per fornirti tutte le informazioni che servono per operare una scelta ponderata.

Quanto costa assicurarsi?

Il premio varia a seconda del tipo di azienda, in funzione del fatturato, del tipo di clientela dell’azienda, e dal settore di appartenenza.
Mediamente il costo varia in percentuale da 0,60 / 0,90 ad 1,5 / 2 % del fatturato, e ciò si applica ad aziende con fatturati a partire da 3/5 milioni di euro in su.

2 sono i metodi più utilizzati per introdurre l’assicurazione nella propria azienda:

A. METODO DELLA SOGLIA:

Viene impostata dall’azienda una soglia, supponiamo a 3.000 euro. Se arriva un ordine al di sotto dei 3000 euro, e se il rating dell’azienda è POSITIVO,  (il rating possiamo considerarlo come il voto in pagella: viene considerato positivo un voto da 6 a 10, mentre vengono considerati negativi i voti da 1 a 5) allora posso dare seguito all’ordine e fornire il cliente.

Se invece arriva un ordine superiore a 3.000 euro SONO OBBLIGATO CONTRATTUALMENTE ad ASPETTARE il NULLA OSTA dell’Assicurazione. Quest’ultima, seguendo le proprie procedure interne, darà il via o meno alla fornitura. Se il via libera venisse negato, e io fornissi lo stesso il cliente, in caso di insoluto l’assicurazione NON PAGHEREBBE NULLA.

B. ASSICURAZIONE FATTURA

Tutte le forniture devono ricevere il benestare dell’assicurazione.

Se l’assicurazione su quell’azienda pone il semaforo rosso (diniego), io lavoro a mio rischio e pericolo e, nel caso di un insoluto, non sarò assolutamente coperto.

In altre parole l’assicurazione mi copre solo per i clienti “positivi” che sono già buoni pagatori e su cui il rischio di insoluto è molto basso. Non mi copre invece proprio dove sarebbe necessario, cioè sui clienti a rischio più elevato.

Ciò che mi chiedo è: “Perché pagare per assicurarsi su clienti buoni”?

Ecco, adesso hai un quadro molto più chiaro di come funzionano le cose.
Ma manca ancora un dettaglio che mi sembra importanti farti conoscere.

 

Perché le assicurazioni dei crediti concedono un fido limitato ad aziende sane e solide?

La risposta ti sembrerà banale e scontata, ma se ci pensi a farne le spese sei sempre tu (e non dimenticare che stai pagando un premio annuo molto consistente…).

Ecco la risposta che stavi aspettando: se l’assicurazione del credito ha due aziende clienti (A e B) che chiedono la copertura sulla stessa azienda (C), la quale gode, supponiamo, di un fido pari a 100.000€.

  • L’azienda A, che arriva per prima, chiede una copertura di 70.000€ e dato che l’azienda garantita gode di 100.000€ di copertura, all’azienda A viene concesso un importo di 70.000€.
  • Successivamente arriva l’azienda B, che a fronte di un rating di 100.000€ chiede 80.000€ di copertura. L’assicurazione negherà all’azienda B 80.000€ e concederà al massimo un fido di 30.000€.

Perché succede questo??? 

Perché l’assicurazione dei crediti è già esposta con l’azienda garantita (A) e non potendo impegnarsi oltre la soglia dei 100.000 euro iniziali, concederà un fido inferiore alla richiesta della ditta B, anche se l’azienda garantita gode di ottime credenziali creditizie.

Nel momento in cui l’assicurazione sarà rientrata dell’esposizione dalla ditta A, potrà rilasciare un nuovo e ulteriore affidamento alla ditta B.

 

VEDIAMO DI SPIEGARCI MEGLIO CON QUESTI SCHEMI :

 

Limite fido

Come possiamo vedere l’assicurazione si trova due richieste di fido sulla stessa azienda, superando il limite consentito. Quindi come si comporterà per risolvere la situazione??

In questo modo:

Limite fido

 

Come vedi, siamo oltre soglia per l’assicurazione di 50.000 euro !!

Quindi all’azienda B verrà approvato un fido di soli 30.000 euro!!!

 

ORA PONIAMOCI  2 DOMANDE

1) Questo comportamento danneggia gli affari della ditta B??

2) E se la ditta B perdesse la commessa da 80.000 proprio per questo mancato affidamento??

Lo scopriremo nel prossimo articolo.

 

Nel prossimo articolo:

l’alternativa all’assicurazione dei crediti

– il fai da te delle informazioni e indagini commerciali: perché non funziona!

– Gestione del credito e prevenzione: un cambio di mentalità che farà aumentare i tuoi ricavi netti!

– Analizzeremo le perdite di fatturato che un’azienda subisce usando l’assicurazione dei crediti.

 

Ora, prima di lasciarci, vorrei farti riflettere sulla convenienza o meno per la tua azienda di sottoscrivere una polizza di assicurazione del credito.

Devi certamente valutare i costi che sono molto consistenti e che paghi sempre e comunque in ogni caso, sia che l’inoluto avvenga, sia che non avvenga. Se durante l’anno non hai avuto insoluti, o ne hai avuto un numero esiguo, hai comunque pagato il premio previsto.

 

> Perché sobbarcarsi un costo fisso elevato per l’assicurazione dei crediti a prescinedere dall’inorgenza o meno del problema, (cioè dalla generazione di fatture insolute) quando invece potrei agire in maniera mirata come un laser, solo dove e quando serve? <<

 

Inoltre devi sempre tenere a mente quello che rappresenta l’altro vero paradosso dell’assicurazione del credito, e cioè il fatto che l’assicurazione ti copre solo verso i tuoi clienti buoni, quelli che hanno un rating positivo, mentre per quelli che hanno rating negativo ti devi arrangiare da solo.

 

> Ma allora perché sottoscrivere un’assicurazione dei crediti, e pagare fior fior di quattrini ogni anno, se i clienti che l’assicurazione copre sono comunque solo quelli buoni? <<

 

Se desideri verificare la possibilità di adottare una soluzione diversa che risolve i problemi che invece porta con sè l’assicurazione del credito e che può essere per te più conveniente, più funzionale, più accurata, e più flessibile, allora compila il modulo qui sotto per invitare direttamente nel tuo ufficio un esperto del mio team.

Ti offrirà una consulenza specialistica completamente GRATUITA E PERSONALIZZATA sui tuoi insoluti, e ti potrà anche fornire la precisa strategia da utilizzare, con le azioni da intraprendere, per recuperare i tuoi soldi.

Al tuo recupero crediti Vincente!

Stefano Parisi 

    Cognome

    Azienda

    Email

    Telefono

    Provincia

    Testo

    dichiaro di aver letto ed accettare il trattamento dei dati personali

    Leave a Reply

    ×

    CIAO!  invia la tua richiesta di informazioni su WhatsApp.

    × CONTATTACI SU WHATSAPP...